13 settembre 2009

Bentornato Vento


E' ritornato il vento, fresco e invadente.
Mi sbatte a destra e a manca
come ha fatto la Vita
quasi fossi una foglia.

Ma della foglia ho solo le sembianze
perché sono accartocciato
ed un pò avvizzito:
sono solo una cartaccia.

Sbattuto un pò dalla Vita
ed un pò dal dolore.
Tanto dai miei sbagli.
Molto da un Amore.

Vorrei gonfiarmi come un aquilone
e riempirmi di quel vento azzurro
e così pieno di vento restare in cielo
come un gabbiano, fermo a sognare.

Come una foglia invece rimango accartocciato.
La foglia almeno una volta è stata in cielo,
poi è caduta accompagnata dal vento.
Io no, sono solo caduto e non dal cielo.

e manco ci andrò mai in quell'azzurro cielo.

ms

29 agosto 2009

Dove ti ho perso nemmeno lo ricordo,
so solo quando ho cominciato a cercarti
ma ormai eri lontana.

E quando la consapevolezza della lontananza
si fa di palmare consistenza
resto attonito ed amareggiato.

Come un amaro zolfo che si incolla
alle pareti del cuore.

Un cuore ormai pieno di buchi
e cicatrici lasciate un po’ da tutti
in tanto tempo.

Dove ti ho perso non lo so,
non so neanche se ti troverò di nuovo.

Tu non ti accorgerai mai, purtroppo,
di quanto ti ho cercato,
sicuramente nei posti sbagliati.

Oppure nei momenti ormai esistenti
solo nel mio tempo.

Un tempo ormai randagio e sottilissimo,
un tempo che forse non è più neanche mio

E certamente non sarà più nostro.

20/8/09 ms

Solo con me

Voglio stare qui solo,
voglio stare spento nel mio silenzio
senza che niente e nessuno
lo interrompa.

Voglio stare qui
solo con i miei ricordi
solo e spento in questo
soleggiato silenzio.

Dove anche solo un sorriso
potrebbe fare un rumore tremendo
e rovinare tutto quanto.

Lasciami così
ancora un po’ solo e spento
in questo variopinto silenzio
dove i miei ricordi suonano per me.

18/08/09 ms

Lacrime

Queste lacrime sono nuove,
non le avevo mai sentite così dolorose.
Sono come la lama di un rasoio
che scorrendo incide il cuore.

Queste ferite e queste cicatrici
sono purtroppo indelebili,
e non più segni del passaggio
della Mano di Dio.

Sono le ferite dell’assenza,
e le cicatrici sono segni
di un dolore nuovo,
segni che non andranno mai via.

Con il gelo nel cuore sto camminando…
verso te e verso me:
Non so dove sei tu, né dove andrò io.
Come farò a raggiungerti?

Lacrime di memoria e di ricordi,
ora tutti inutili e dolenti:
quelli belli sono ormai irraggiungibili
e quelli brutti non sono più cancellabili.

Il Tempo ti ha tradito
e le promesse sono state
impietosamente non mantenute
e la Pietà celeste non ha ascoltato le preghiere.

Sono stanco e tu lo sai solo tu sai quanto
fammi sapere come farò a raggiungerti.
A presto.

12/08/09 ms

punto di partenza


Guardo i miei occhi allo specchio

e vedo rughe che non sono di espressione.

Ora non so se sono più i dolori nelle ossa

o le fitte giù nel cuore

che mi rendono così stanco.

mi ritrovo tutte le notti

a cercare la strada giusta...

sbagliando immancabilmente

e quando torno dietro mi ritrovo altrove

perdendo sempre il punto di partenza.

ms

29 luglio 2009

addio Bruno,
anche tu ci hai lasciato anzitempo
il dolore mi lega le mani e il cuore
non riesco a dire nulla
Dio spalanca la Tua porta
ad un uomo giusto.

ms

09 aprile 2009

8 aprile

Tutto è finito ora,
non ci resta che pregare
e vivere quel che resta
così, giorno per giorno


video


ms