08 giugno 2008

Sulo pe’ parla’

Astregneme cchiù forte
e famme ascì a paura
‘e chi s’è reso conto
ca nun vo’ a nisciuno
pecchè niente e nisciuno
te po’ fa’ vede’
e prova a te girà
pe’ dinto o’ lietto ‘e notte
c’arteteca ‘e chi è stato
tutt’a vita a sotto
pecchè nun sape maie
chello che da’
e po…a colpa è ‘a mia
‘a colpa è ‘a mia
ca nun te saccio cchiù piglià
è colpa mia
ma è sule pe’ parlà…

Pino Daniele







ma è sule pe’ parlà…

1 commento:

Lorenza ha detto...

MI ERA VENUTA VOGLIA DI RIASCOLTARE QUESTA CANZONE E SONO APPRODATA QUI.
MI RICORDO, GIOVANISSIMA A NAPOLI, AD ASCOLTARE PINO DANIELE A PIAZZA PLEBISCITO QUANDO ANCORA NN ERA ABITUALE TENERE CONCERTI E SPETTACOLI Lì.
E LO STATO D'ANIMO QUANDO HO ASCOLTATO PER LA PRIMA VOLTA QUESTA CANZONE.